fuoricentroscampia.it
 
  in rete senza rete  
   
idee & opinioni
tutti gli articoli "idee & opinioni"
ricerca in fuoricentro >>

16/03/2017
Le armi di riscatto, la conoscenza e la cultura: iniziativa dell'associazione "The Dreamers" con il circolo didattico G. Falcone
La memoria e l'impegno in ricordo delle vittime delle mafie
di: Adriano Mostardi

Lo scorso 1° marzo la Camera dei deputati ha approvato l' istituzione della "Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie", fissata per il 21 marzo di ogni anno, il primo giorno di primavera.

Per celebrarla, il 23 marzo, l'associazione The Dreamers dà il via al progetto "Testimoni d'impegno, testimoni di speranza" ideato in collaborazione col circolo didattico G.Falcone di Melito.
 
L'associazione socio-culturale The Dreamers è nata nel 2012 per valorizzare il territorio e sensibilizzare i cittadini del comune di Melito a Nord di Napoli: "Abbattere quel muro di indifferenza che ci circonda, sfatare il falso mito di una gioventù troppo spesso accusata di mostrare scarso interesse per la vita pubblica, ma soprattutto contribuire nel nostro piccolo a rendere Melito una realtà più vivibile", queste le finalità dell'associazione.

Martedi 23 marzo sono previste attività di confronto e di divulgazione con i ragazzi della scuola G. Falcone, testimonianze di impegno e di speranza, prime tra tutte quella di Giuseppe Diana, il parroco di Casal di Principe brutalmente assassinato dalla camorra dopo aver speso anni nel tentativo di stimolare i giovani a reagire all'oppressione della malavita. 
Alla visione del documentario "Non tacerò", prodotto da Rai Storia, seguirà una discussione con gli alunni delle quinte classi dell'istituto. I ragazzi saranno poi chiamati a produrre elaborati individuali e di gruppo che saranno poi pubblicati il 22 maggio, non a caso, anniversario della strage di Capaci. 
 
Non a caso la manifestazione avverrà a pochi giorni dall'anniversario dell'omicidio di don Diana; e non a caso studenti ed intellettuali del territorio focalizzano i propri sforzi a scuole elementari e ai giovani: come gli idoli della lotta alla criminalità organizzata avrebbero fatto, convinti che la coscienza di una strada alternativa è, in parte, l'origine dell'alternativa stessa.