fuoricentroscampia.it
 
  in rete senza rete  
   
AUDIO VIDEO ARTE MUSICA
 

 

 "Le avventure di Giggino & Totore", questo il titolo del cartone animato realizzato da Raffaele Marra in onda in questi giorni su EcoTv (canale Sky 906). Il cartoon si snoda tra la quotidianità della camorra, fatta di azioni criminali come richieste di pizzo, smaltimento di rifiuti tossici, droga e agguati; raffigurandola attraverso la fantasia delle animazioni. La serie animata è ispirata alle interviste dell'autore di "Gomorra", Roberto Saviano. Ha per protagonisti due "guaglion'e malavita" al soldo della criminalità organizzata, il risultato della loro attività si concluderà con un finale facilmente prevedibile. La colonna sonora della miniserie è prodotta e interpretata dai Marenia.

 

 ----

Iniziativa sulla legalità "MATTI DA LEGALE- letture, musiche e testimonianze per la legalità"

      

promossa dall'Associazione Culturale Fuoricentroscampia in collaborazione con l'Ottava Municipalità del Comune di Napoli e tenutasi il 10 gennaio 2009 presso il Centro Hurtado di Scampia.

Nell'ambito dell'incontro, si è tenuto un confronto tra scrittori con la partecipazione del sociologo Amato Lamberti, autore di "Napoli: dov'è l'uscita", di  Andrej Longo, autore di "Dieci" e di Francesco Durante, autore di "Scuorno".

 "Matti da legale" è anche un nuovo format ideato dall'associazione culturale "Fuoricentroscampia" e dall'agenzia di comunicazione "Ogham" per creare un confronto tra le varie culture che si occupano, a diverso titolo, della legalità. "Matti da legale" vuole coinvolgere autori, romanzieri, saggisti, sociologi, psicologi, esponenti della società civile e, in genere, quanti sono impegnati a dare voce, in un contesto particolarmente critico come la Campania, alla legalità e ad un vivere sociale improntato a comportamenti etici.

 All'evento hanno partecipato: Carmine Malinconico e Maria De Marco, rispettivamente Presidente e Assessora della Ottava Municipalità, Ernesto Mostardi, Aldo Bifulco, Rosario Esposito La Rossa, Franco Maiello, Antonio Piccolo, Paolo Prisco, Domenico Pizzuti, Gennaro Sanges.

 Alla manifestazione hanno aderito le associazioni Aaquas, Arci Calcio Scampia, Asunen Romalen, Lega Ambiente circolo "La gru", Piazziamoci, Ulten Auser Insieme,Vo.Di.Sca.

 clicca sulle foto

              


Il seguente video è il servizio sulla manifestazione Matti da legale  trasmesso dall'emittente Napolitivu. Da www.napolitivu.tv 

 

 

 


Vi propongo questi tre Corti realizzati da Giovanna Pignataro con l'Associazione "La casa dei conigli" con i bambini delle scuole di Scampia nell'ambito del progetto "Piccoli e Corti" di cui parliamo anche in altra pagina.(E.M.)

1° video: "METAMONITOR" - istituto comprensivo Virgilio IV scuola primaria - Scampia: Un minotauro un po' sui generis: metà monitor e metà bambino, a simboleggiare la perdita delle capacità fantastiche e immaginative, che sempre più colpisce i bambini di oggi, a vantaggio del mondo surreale e molto spesso violento dei videogiochi. Un Teseo e una Arianna che uccidono questo mostro, staccandogli la corrente, e salvano la sua metà bambino riconducendolo a giocare con le cose più semplici... Una metafora per provare a riprendersi la fantasia e l'essere bambini.

 

 

2° video: "COSI' NAPOLI...SI PULI'!" - 87° circolo didattico - Don Guanella/Scampia: Si parla tanto di spazzatura a Napoli, si vive in mezzo a cumuli di immondizia a Napoli, ma come sarebbe provare a cambiare le cose? Questi bambini ci hanno provato a modo loro... Salvatore vive in una città il cui paesaggio è costituito da montagne di spazzatura. Ci è abituato sin dalla nascita, ma un giorno gli viene in mente che si potrebbe cambiare: prepara cartelli che incitano a differenziare e riciclare i rifiuti, e riesce così a migliorare il suo quartiere. Ma quando scopre che anche le ditte di raccolta non differenziano e annullano il suo lavoro, porta tutti i suoi concittadini a manifestare in piazza e...almeno qui, riesce a risolvere il problema!

3° video: "'A PIRAMIDE ARRUNZATA" - V circolo E. Montale plesso 6W - Scampia: Studiare la storia può risultare noioso, anche se sempre interessante. Una volta assimilata, però, si può riderci su. Un faraone un po' troppo ambizioso, mette in moto i lavori per farsi costruire la piramide più grande e più bella della storia e mentre lui si dedica allo sport e si ingozza, i suoi schiavi lavorano sodo per tirarla su. Un giorno, però, inaspettatamente, il faraone muore, così il monumento sacro diventa necessario subito: la piramide viene perciò arrunzata, vale a dire che la si finisce alla meglio in quattro e quattr'otto.

 

 


Adesso è la volta degli 'A67 il gruppo di giovani di Scampia vincitore dell'edizione 2006 di Voci per la libertà, festival legato ad Amnesty International.

 

 


IL GRIDAS

 Il GRIDAS (gruppo risveglio dal sonno, con riferimento alla frase di una delle incisioni della "quinta del sordo", di Goya: "el sueño de la razon produce monstros", il sonno della ragione genera mostri) è un'associazione culturale fondata da Felice Pignataro nel 1981 a Scampìa, allora Secondigliano (periferia nord di Napoli).
(...)Di li sono nati i famosi murales di Felice e del Gridas: invece di disegnare vanamente su fogli di carta che poi vengono buttati, dipingere le pareti del nostro carcere quotidiano per ispirare una possibile evasione. Invece di "compra e getta", insegnare il recupero dell'uso delle mani: "fai da te e ricicla"! Invece della ripetizione di formule ormai logorate e vanificate dall'uso smodato, inventare e sperimentare nuovi linguaggi: il teatro, non come riproduzione di opere "classiche" ma come riproposizione critica di situazioni di vita quotidiana; la musica come sperimentazione delle capacità emotive e stimolanti del suono e come linguaggio che travalica le differenze di lingua parlata; l'occhio, vergine, capace di riscoprire il quotidiano riscattandolo dal logorio del consueto...in poche parole, la pedagogia dell'amore!
(...)In questi anni il GRIDAS è stato un punto di riferimento per tutti i movimenti che si proponevano un cambiamento-miglioramento delle condizioni di vita nella società e il riscatto per gli emarginati e i disagiati (...) contribuendo alla realizzazione dei loro striscioni, manifesti linoleografati, autoadesivi, murales, per rendere più visibile nel tempo la testimonianza delle loro lotte.
I murales del Gridas sono stati realizzati in Campania spesso in applicazione della Legge Regionale n°39 (iniziative culturali contro la criminalità organizzata) per infondere nei ragazzi l'idea che la scuola è loro "proprietà", che il bene pubblico non è "cosa di nessuno"  che si può impunemente vandalizzare, ma invece è "proprietà di ciascuno", e quindi ciascuno è tenuto ad averne cura.
Oggi il Gridas è  "Casa delle culture Nuvola Rossa". Qui si tengono laboratori di pittura, scultura, musica, teatro ed esposizioni permanenti dei migliori prodotti delle attività dei laboratori e l'integrazione delle culture delle varie generazioni.

ECCO ALCUNI MURALES

        

 

ALCUNE FOTO DEI CARNEVALI DI SCAMPIA - SFILATE DI MASCHERE E CARRI

 

 

ALTRE ATTIVITA' E REALIZZAZIONI

 

 

 

PER VEDERE LE ALTRE REALIZZAZIONI CLICCA QUI


 

niscriviti alla mailing list >>


Metropolis . George Grosz (1916)